MovieBlog- 421: recensione Suburra

22



LEGGI LA DESCRIZIONE · · · · · Inquietante, crudele e realistico. VOTO 8 e 1/2. Best&Worst su Suburra: T-SHIRTS A TEMA CINEMA …

[vid_tags]

Vedi Altri Articoli Su Altra Film
: https://mubarak2005.com/film

Nguồn:https://mubarak2005.com/

22 Comments

  1. Finalmente ho trovato il coraggio di vedere questo film (anche approfittando dell'edizione limitata in doppio DVD in cui il secondo disco ha quasi 2h di materiale extra "The Making of" molto interessante e dettagliato) e non mi ha delusa affatto. Anzi, lo trovo uno dei noir più belli visti negli ultimi anni, e per di più con una regia e fotografia di altissimo livello. Le tue precisazioni sull'uso del campo e controcampo in certe scene mi invogliano a rivedere il film per apprezzarle meglio. Sono cmq d'accordo con la tua opinione sulla regia di Sollima che a tratti un pochino tradisce il suo lavoro di regista di serie TV, e anche io avrei preferito che il film fosse durato magari 10' in più in cui ci si fosse soffermati un po' di più a delineare i personaggi, il loro background etc. Per il resto mi è piaciuto tutto. Incluso l'uso stilistico della pioggia incessante e la sua simbologia. Reso ancora più vivido dal contrasto con le scene centrali girate invece in diurno (lungomare di Ostia, la baracca dei pescatori dove si rifugiano N.8 e Viola, alcune delle scene nella villa di Sebastiano…). Non ho letto il libro, ma ascoltato in molte interviste le differenze anche notevoli tra libro e film. In primis l'aver tagliato molti personaggi nel film invece presenti nel libro e

    [SPOILER]

    il fatto che nel libro il Samurai non muore alla fine.

    [/SPOILER]

    I sottotitoli in italiano del DVD contengono un errore che mi ha dato molto fastidio: ogni volta che Manfredi & co. parlano la lingua romanì la didascalia dice "parlano in dialetto napoletano" (!!)

    Molto interessanti anche le interviste agli attori protagonisti che ho trovato su youtube, in cui soprattutto Favino sottolinea l'amoralità e lo squallore del suo personaggio e Amendola la sua performance volutamente 'sotto le righe', quasi a rendere il suo personaggio apparentemente calmo e controllato, come da vero boss 'vecchia scuola' che tiene le fila di tante ramificazioni del crimine organizzato nel territorio, ancora più agghiacciante.

    Reply
  2. Non mi va giù solo la morte di Samurai, decantato come "l'uomo che possedeva Roma", ucciso ( in un modo molto prevedibile ) , da una fottuta tossica del cazzo. Nessuno toccava Samurai, era deciso, potente, intelligente, e lui? Si fa fottere così? Da una mogoloide fattona? . No, non l'ho accetto, mi sa troppo di colpo di scena squallido. Personaggio che secondo me andava più approfondito, essendo stato per tutto il film molto intrigante e curioso nei suoi modi di agire. Omaggio comunque ad Amendola, basta prendere il regista e il ruolo giusto, e l'attore di "merda", ti diventa un semi-dio. Bravo.

    Reply
  3. Nell'ipotetica (perché non lo è bensì esclusivamente frutto della mia fantasia parallelistica) "trilogia" romana del 2015, Suburra classificasi a mio avviso al terzo posto, dopo Non Essere Cattivo (al primo e indiscusso) e They Called Him Jeeg Robot. Resta comunque un film più che discreto, plumbeo, bagnato e musicato come piace a me. Avendolo peraltro visto neanche un mese fa (ad oggi che scrivo, 1 ottobre 016) devo ancora metabolizzarlo appieno, e ancora provo incertezza su cosa/chi precisamente mi è piaciuto, e chi/cosa non mi è piaciuto particolarmente. Di certo ravviso che la tv in qualche modo lascia (indelebilmente?) sempre il suo segno negativo. E del resto prendo atto di almeno tre interpretazioni che mi lasceranno (per sempre?) il loro segno positivo: Favino-Malgradi, Borghi-N8, Germano-Seba (non saprei dire in quale ordine che anzi è variabile, fatto sta che mi hanno veramente entusiasmato 'sti 3). Difficile esprimermi su Sollima, dato che è la prima cosa sua che visiono per intero (Acab non l'ho visto, le due serie non l'ho seguite mollandole agli inizi e giudicandole inferiori agli omonimi lungometraggi, nonché superflue). Impossibile per me non affiancarlo (in un parallelo cinematografico-letterario) a Massimo Lugli e alla sua roma criminale, li trovo come minimo cugini d'arte. Detto ciò aggiungo il mio voto approssimativo al film: 7/8. E me ne torno nell'oscurità.

    Reply
  4. Finale assolutamente RIDICOLO. SPOILER:………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
    Vedere una inutile tossica che uccide il personaggio più potente di tutti è realmente una cretinata senza senso. Abbassa di molto la media del film.

    Reply
  5. A proposito della mafia al nord, addirittura si deduce la forza di quest'ultima proprio dal fatto che è presente ma non compare mai. Il Samurai ne parla diverse volte delle "famiglie" del sud, anche con Numero 8, viene fatto intendere come queste siano potentissime, e lo sono così tanto da poter evitare di intervenire in questa storia quasi marginale. Hanno un'aura quasi mistica

    Reply
  6. Un filmone della Madonna. Concordo al 1000000% con quello che hai detto!
    Era da una marea di tempo che non uscivo dal cinema con una tale esaltazione, ero così contenta che ho passato le settimane successive a dire alla qualunque di vedere assolutamente questo gioiello. Sollima monumentale!

    Reply
  7. numero 1 quando amendola spara al pelato ho riso per mezzora (ho trovato ridicolo il modo in cui spara) numero 2 il crack non fa mica quel cazzo di effetto; possibile che in tutto il cast non ci sia qualcuno che abbia fatto qualche fumata ogni tanto e abbia alzato la mano e detto "macchecazzo?" mica era eroina pd. vabbe cmq film di merda voto 5

    Reply
  8. [SPOILER]Ma cosa non è stata quella scena dove numero 8 cominciò a spiegare come immaginava la futura Ostia cambiata dalla riforma, con il crescere delle luci in sottofondo della strada, come se si stesse trasformando in quel momento davanti ai suoi occhi, accompagnata da quella colonna sonora azzeccatissima per quel momento, pura poesia, ho avuto un'erezione gigantesca in quel momento xD.[FINESPOILER]

    Reply
  9. Vic sono daccordo con te sulla qualità del film. Trovo che sollima a differenza di altri registi italiani abbia un taglio cinematografico molto americano (che nel nostro cinema effettivamente non guasterebbe). Pero sinceramente non trovo il ruolo di amendola nel samurai molto azzeccato, un boss dallo scarsissimo carisma e un po troppo forzato nel dialogo in dialetto romanesco (tra tutti amendola e quello che parla peggio il dialetto romanaccio)

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *